Archivi delle categorie webwired

Tanto FaceApp per nulla?

Non è strano e neanche insolito che le applicazioni che fanno applicare filtri alle proprie foto sono tra le più scaricate. Poi se son fatte bene e il filtro è accattivante il successo è assicurato. E’ proprio quello che è successo a FaceApp: invecchiarsi all’improvviso ha intrigato tutti, anche molti Vip che, come al solito, […]

La criptomoneta di Facebook

La nuova moneta che un gruppo capitanato da Facebook si appresta a lanciare si chiamerà Libra ma le diffidenze stanno già crescendo giorno dopo giorno e negli USA ne chiedono già lo stop. E’ progettata sulla blockchain ed è realizzata in partnership con Mastercard, Visa, Vodafone, Uber, eBay, Booking.com, Spotify, PayPal e altri, in un […]

La super potenza del controllo di massa

La Cina è uno di qui paesi dove la sorveglianza di massa è cosa normalizzata e istituzionalizzata ed è di questi giorni la notizia, data da The Intercept, dei due colossi tecnologici americani (Google e IBM) che da un po’ di anni aiutano il governo cinese a migliorare il loro sistema di controllo totale.  Insomma […]

L’app che non ti frega solo il sudore

Stamattina un’amica mi chiede informazioni su “SweatCoin”  (letteralmente moneta per il sudore) che è un’app che fa guadagnare dei “punti virtuali” (che molti confondo con i bitcoin ma in realtà non sono soldi virtuali poiché non si tratta di una criptovaluta su tecnologie blockchain) con i quali poter acquistare dei prodotti all’interno dei negozi legati […]

L’ignavia nel web

Come nasce lo slogan “se è gratis allora il prodotto sei tu” lanciato da Time nel 2010? Inizialmente dalla consapevolezza che se un’azienda regalava (quella che sembrava) la propria “merce/servizio” voleva dire, ovviamente, che il guadagno stava da un’altra parte. All’inizio tutti abbiamo pensato che sorbirci la pubblicità, più o meno invadente, per usufruire di […]

WannaCry: che fare?

Qualche giorno fa, oltre duecentomila computer nel mondo, sono stati infettati da un ransomware che, come al solito, ha criptato i file (rendendoli inaccessibili) per poi chiedere il pagamento in cambio della chiave di decriptazione. Il malware si chiama WannaCry  e si è diffuso con una rapidità incredibile in un bel numero di paesi; ha sfruttato […]

Il mio primo Sinclair QL

Gli anni ’80 possono essere ricordati, tranquillamente, per le “musicassette” che, a tutti gli effetti, sono state le chiavi per aprire il mondo conosciuto e quello conoscibile. Credo di essermi sentito un pirata per la prima volta, dopo aver duplicato della musica da una cassetta originale a una vergine o, come molti altri, dopo aver […]

Ninux Day 2016

A Firenze, nell’ex villa rurale del 1500 di ExFila (che fu la storica sede della fabbrica di matite Fila), dal 26 al 27 novembre ci sarà il Ninux Day, organizzato dalla wireless community network ninux.org. Tutti i membri delle community italiane ed europee e gli appassionati delle reti free, si riuniranno per discutere di: * rete come bene comune […]

L'internet delle cose vostre

Prima di raccontavi questa storia è bene evidenziare 4 parole chiave. IoT è l’acronimo di Internet of things (Internet delle cose) ed è la possibilità concessa agli oggetti di connettersi alla rete e comunicare tra loro. Per esempio un piccolo termostato installato su un frigorifero, un forno, una caldaia, che avvisa via internet il raggiungimento […]

La nostra sicurezza nelle chat

In una ricerca pubblicata qualche giorno fa, Amnesty International ha stilato una classifica di 11 aziende (Apple, Blackberry, Facebook, Google, Kakao Corporation, LINE, Microsoft, Snapchat, Telegram, Tencent e Viber Media), proprietarie di applicazioni di messaggistica istantanea, che hanno maggior rispetto per la privacy dei loro clienti. <img class=”wp-image-4163 alignleft” src=”http://www this content.vitocola.it/wordpress/wp-content/uploads/2016/10/prism2-300×225.jpg” alt=”prism” width=”440″ height=”330″ srcset=”http://www.vitocola.it/wordpress/wp-content/uploads/2016/10/prism2-300×225.jpg 300w, http://www.vitocola.it/wordpress/wp-content/uploads/2016/10/prism2.jpg 700w” sizes=”(max-width: 440px) 100vw, 440px” />Peccato che sia […]

La banda dell'ultralarga

Ha ragione da vendere Massimo Mantellini quando mette il punto interrogativo sulle “competenze” di Enel, aggiungendo che “Solo un burocrate spericolato chiuso nel proprio ufficio può immaginare che l’infrastuttura digitale del Paese sia in fondo un gingillo tecnologico alla portata di chiunque”. Stiamo parlando della “banda ultralarga”, annunciata da Renzi qualche giorno fa e che […]